miodDIO
Soundtrack: Joanne Osbourne – if god was one of us

se questo fosse stato un post divertente avrei iniziato così:

io non so se dio esiste o non esiste, ma se non esiste ci fa una figura migliore. (stefano Benni)
io non so se dio esiste o non esiste, ma se esiste mi deve delle spiegazioni. (pennac)
Tutti figli suoi e tutti orfani, quindi, in un certo senso. (A. Baricco)

Ma questo è un post serio. O presunto tale.
Io Dio nollo so se esiste non esiste, esiste ma non si manifesta, nollo so. Mapperò son convinto di una cosa. Io son convinto che non finiamo qui. Perchè quando succede che sei in un ristorante che tutto d’un colpo cala il silenzio, per un attimo, quello è bellissimo. Sembra che siam tutti d’accordo, che c’abbiamo un copione che lo seguiamo tutti, che in quel momento lì eravam tutti d’accordo, senza dire una parola, di non dire una parola, che quell’attimo lì il silenzio per una volta invece che le parole c’avevano legati tutti insieme clienti camerieri rosaiòli. Sembra che i canovacci strani, a volte folli delle nostre esistenze si sono attorcigliati, per sbaglio, per scelta, per caso nollo so, ma è bello così.
Poi  ti accorgi che non finisce tutto lì quando incontri una persona che ci parli che sembra che la conosci da tutta la vita e invece te l’hanno appena presentata, dieci minuti e te sai già cosa mangia, cosa le piace, cosa odia, tutto.
Io dio, non mi prendere male, penso che oggi l’ho visto, giuro. Visto proprio no, dio non è che lo vedi lo saluti come va come non va, a casa tutto bene, dio lo percepisci, nel caso. Io oggi stavo passeggiando e di colpo tutta Milano ha fatto come la gente fa al ristorante. è stato un attimo ma mi è esploso dentro qualcosa, in quel momento lì.

Annunci