INTERFERENZE
Soundtrack: Bobby McFerrin – Don’t Worry, Be Happy

Ero in macchina e pensavo. 
Di sottofondo ai miei pensieri la radio.
Di sottofondo alla radio i rumori della città.
Di sottofondo ai rumori della città mia sorella che parla.
Con me.
Incredibile la mia capacità di estraniarmi, alle volte. Io mentre tutte queste cose hanno il loro decorso, mentre il destino prepara le sue conseguenze, mentre l’universo gira come sempre ha fatto e come sempre farà, ascolto da lontano il tutto in sottofondo, in sordina, mentre nella mia testa pensieri rumorosissimi e fastidiosi cozzano tra di loro in un continuo clinamen. Penso agli ultimi quattro mesi. A cos’è successo, a cosa non è successo. A cosa avrei voluto, a cosa ho fatto per ottenerlo. Un macello che si alimenta da solo, un gatto gigante che si mangia la coda, anzi, tanti piccoli gatti a nove code che se le mangiano a vicenda. Ero arrivato ad un punto che i miei gatti a forza di mangiarsi le code han fatto indigestione.

Certe volte a salvarti sull’orlo della menata è una cosa stupida, come la radio. Come una vecchia canzone. Che di colHere is a little song I wrotepo mi trascina fuoYou might want to sing it note for noteri dai miei pensieri con una forza inesprimibile, tutIn every life we have some troubleta la rabbia, tutta la tristezza, tutto lo schifo che proWhen you worry you make it doublevavo per me, per il modo in cui mi sono distrutto dalle fondamCause when you worryenta, tutto si cancella, solo una cosa rimaYour face will frownne che è la regola che ho trasgrediAnd that will bring everybody downto per quattro mesi. Dont’ woDon’t Worry,rry Be hapBe Happy py.

Here is a little song I wrote
You might want to sing it note for note
Don’t worry be happy

In every life we have some trouble
When you worry you make it double
Don’t worry, be happy.

Ain’t got no place to lay your head
Somebody came and took your bed
Don’t worry, be happy

Put a smile on your face
Don’t bring everybody down like this
Don’t worry, it will soon past
Whatever it is
Don’t worry, be happy

E poi dicono che sono solo canzonette.

– Thanks Bobby.
– Of nothing, Dessa.

Annunci