DELLE RIVOLUZIONI GRANDI COME CAMPI DA CALCIO
CI CAPITAVA DI FARE
Soundtrack: Keith Jarrett – the Koln concert pt.II

Ai miei tempi facevamo delle rivoluzioni mica come adesso, facevamo delle rivoluzioni grandi come dei campi da calcio la gente veniva le vedeva rimanevano tutti così a vederle, magari poi dicevano che non erano belle, che erano delle rivoluzioni brutte, ma di sicuro restare indifferenti quello no.

sì ma ai nostri tempi era facile fare le rivoluzioni, grandi come dei campi da golf le facevamo, ma ai miei tempi era facile bastava vedere qualcosa e abbatterlo e quella tutti convenivano essere una rivoluzione quindi bastava trovare qualcosa di abbastanza grande da abbattere, e il mondo era pieno di cose abbastanza grandi da meritare di essere abbattute.

sì poi mano a mano che distruggevamo, le cose grandi incominciavano a finire, non ce n’era più allora la gente prendeva a picconare le macerie cercavano i pezzi grossi e ci siamo abituati a chiamare rivoluzioni anche cose meno dignitose come spaccare le macerie, sì non è un granchè lo so, ma era un periodo che potrei provare a spiegartele quelle cose ma non ce la farei, erano cose che dovevi esserci, dovevi esserci.

sì io mentre distruggevo ogni tanto mi veniva anche da pensare Santodio queste cose che distruggiamo qualcuno le avrà pur costruite ed è faticoso più costruire che distruggere ma sai quello era un periodo che non è che ci fermavamo tanto a chiederci le cose.

sì ma sai cosa penso che il bello, la cosa bella delle nostre rivoluzioni, era il fatto che tu quando distruggevi ti sentivi onnipotente, ti sentivi come dio. Perchè dio non è che crea dio non è che distrugge, dio la cosa grande che fa è fare cambiamenti, e la cosa più bella che succeda ad un uomo è il riuscire a fare un cambiamento abbastanza grande che poi da quel momento la gente si comporterà tutta in base a quel cambiamento.

sì è un po’ triste a pensarci.

in quest’ottica distruggere e cosruire è poi la stessa cosa.

La nostra generazione vi ha lasciato un sacco di macerie. Neanche macerie, sabbia vi abbiamo lasciato. 
Sabbia e aspettative.

Annunci