O
Andrew Bird – fake palindromes

Mia madre ogni volta che c’è uno in televisione coi tubi o con le malattie o con deformazioni o con disfunzioni o troppo vecchio o anche solo uno che dimostra poca intelligenza, mia madre ogni volta  a chiunque sia nei paraggi, lei dice: se finisco così uccidetemi subito, che io così non voglio essere, che non è dignitoso, non è vita quella cosa. Magari aspettate un anno, gli dice, se poi non do segnali, via.

Io davanti a mia madre io non ho mai detto nulla, ma per un semplice fatto, che io su questo argomento non ho un’opinione. Nel senso che è un argomento talmente complicato che non ho nessun’opinione in merito, mi manca proprio una base di conoscenze senza la quale non penso di poter decidere. Così l’altro giorno guardavo la televisione e c’era un dibattito la cui natura ai fini di questo post non è così importante, e io ho pensato di fare un esperimento.

Così ho preso il telefono e ho chiamato a casa e mi sono fatto passare mia madre.

Mamma senti, le ho detto, sto guardando un dibattito la cui natura ai fini di questa telefonata non è così importante, volevo sapere, le ho detto, cosa faresti se io fossi in ospedale in quelle condizioni, le ho detto. Lei non ci ha pensato neanche un secondo e mi ha detto: farei quello che hai sempre detto tu, ti ucciderei subito che così non vuoi essere, che non è dignitoso, che non è vita quella cosa, magari aspetterei un anno e se non dai segnali: via.

Annunci