GENESI DELLA GRU DA CANTIERE
Soundtrack: Elbow – Loneliness of a Tower Crane Driver

Guardo il cantiere e in mezzo, nel corso della notte, c’è nato il miracolo quasi botanico di una gru di ferro di circa cento metri di altezza. Così comincio a chiedermi, vedendola lì in mezzo, come succeda questo miracolo della gru. Sono perplesso e mi volto la guardo le dico Ma senti, te lo sai come si costruisce una gru?

Lei mi guarda, donna pragmatica, mi dice vedi ci sono i moduli, sarà modulare, mi dice. Sì modulare le dico, però questi moduli come li assemblano, è quello il problema. Lei mi guarda ancora, donna pragmatica, mi dice vedi c’è una scaletta di lato? La guardo le dico senti ma ti sembra credibile che la montano uno a uno tubo per tubo? Eh, mi fa lei, ha parlato il genio, sentiamo allora la tua opinione, genio che non sei altro. Non so, le dico.

Così arriva Teo mi fa ma và che la montano tubo per tubo, guarda bene, vedi che ci sono come dei tiranti? E’ palese che prima la gru è su un camion ed è come un triangolo che tirano in mezzo e poi il tirare si distribuisce ai lati e la gru si solleva, infatti se guardi a metà ci son delle giunture, è perchè si piega a metà. Come le grazielle?, gli chiedo. Lui mi guarda male e dice solo: circa. Bah gli dico io. Non mi sembra che funzioni. Eh, mi fa lui, ha parlato il genio, sentiamo allora la tua opinione, genio che non sei altro. Non so, gli dico.

Così arriva Ale mi dice secondo me è ovvio che funziona come nell’antico egitto, la costruiscono sdraiata per terra poi con l’ausilio di cinquecento schiavi e lunghe funi resistenti la issano a forza di braccia. Sì mi sembra una buona idea le dico, solo c’è questo fatto che la schiavitù è abolita. Questo è quello che vuol farti credere il governo, mi dice lei. E poi, mi fa lei, ha parlato il genio, sentiamo allora la tua opinione, genio che non sei altro. Non so, le dico.

Così arriva Marta mi dice secondo me per costruire le gru servono delle gru ancora più grandi, che issano i pezzi delle gru fino a sopra le gru e le montano pezzo per pezzo. E’ una buona idea, le dico, solo questo fatto delle gru più grandi ci crea il problema di come costruiscono gru ancora più grandi per costruire le gru grandi. Eh, mi fa lei, ha parlato il genio, sentiamo allora la tua opinione, genio che non sei altro. Ci devo pensare su.

Rimango un po’ lì a guardare la gru, la studio nei dettagli. Poi dico serio che secondo me i capi cantiere hanno serre piene di semi d’acciaio grandi come un’utilitaria e li piantano nei cantieri e da quei semi ci nascono le gru. Loro mi guardano perplessi. Infatti fateci caso, gli dico: nei cantieri ci son sempre delle buche, servono a sotterrare i semi di gru, gli dico.

Sei un idiota, mi dicono quelli di loro che mi ritengono ancora degno di una risposta.

Annunci