CURRICULUM VITAE

Mio padre guarda il mio curriculum e si sofferma sull’ultima pagina. Gira un po’ il foglio di lato, come se non trovasse il verso giusto da cui guardare. Prende un po’ fiato, masticandosi il labbro, poi mi dice:
– Perchè in fondo al tuo curriculum c’è un vecchio nudo che suona l’arpa?
Penso per un attimo di spiegare a mio padre che non tutte le cose al mondo devono avere un fine, ma anzi alcune succedono e basta, e che il contesto può rendere spiritosa anche l’immagine all’acquaforte di un vecchio nudo che suona l’arpa, ed inoltre che io sto cercando di apparire interessante a gente che di lavoro cerca espedienti come i vecchi all’acquaforte che suonano l’arpa.
– Un test psicologico accurato ha decretato che un curriculum con un vecchio che suona l’arpa viene ricordato il 12% in più che un curriculum senza un vecchio che suona l’arpa, gli dico poi.
Mio padre fa un gesto come di consenso, con la testa, come a dire: è per questo che lo abbiamo fatto studiare.
Poi se ne va, comunque un po’ perplesso.

Per chi volesse vederlo, il vecchio, opportunamente elaborato, era QUESTO.

Annunci