L’imprecisione, sono arrivato a considerare, è il motore fondamentale dell’universo.

Avendo affrontato il fatto che noi niente possiamo controllare, o per lo meno molto poco, siamo costretti ad affrontare il fatto che l’imprecisione domina, e noi possiamo fare la scelta se venirne travolti o provare a cavalcarla, come un surfista fa con le onde: non le ha fatte lui, non le controlla lui, lui le cavalca. E nel farlo si diverte un casino.

Il contrario dell’imprecisione non è la precisione, ma la noia.

Annunci