Woopy Golberg, in un’intervista meravigliosa che faceva da prefazione ad una vecchia raccolta dei Peanuts, diceva che il fallimento è l’opinione che gli altri hanno di alcune cose che tu fai. Sinceramente sono d’accordo, anche se spesso me ne dimentico. E la cosa più folgorante è che oggi mi sono svegliato con l’idea fortissima che preferirei cento volte avere fallito nell’esercizio di qualche mia idea che avere maturato due anni di complimenti nel perseguire direzioni imposte da altri.

Ma purtroppo insomma c’è la crisi, e già avere un lavoro e maturare competenze dovrei cercare di vederlo come un risultato.

Certi giorni ce la faccio, certi altri, certe domeniche, nello specifico, no.

Annunci