NOTA BENE: Nella mia ambizione il post era composto di filmati, foto meravigliosamente ritoccate e contributi esterni, il tutto condito con umorismo meravigliosamente sottile. Purtroppo però non ho tempo, è mezzanotte, domani ciò da lavorare e la contingenza mi chiama. Non per questo penso che non valga la pena pubblicare questo post, quindi lo pubblico. La qualità è altra cosa, lo so.

IT: Settimana scorsa, per diverse vie che adesso non sto qui a spiegare, mi trovavo a New York. Uscivo dall’ufficio di mia sorella, e mi sono in mezzo ad una masnada di persone che invadeva la Fifth Avenue. Per quel pomeriggio avevo in programma shopping, ma insomma uno deve saper fronteggiare la complessità.

Mi sono unito al gruppo e trovato, sempre mio malgrado, a militare per Occupy Wall Street. Come tutte le cose che faccio fatica a capire con la mia mentalità di contadino, mi limito ad esserne incuriosito. Mi è parsa cosa intelligente documentare il tutto.

La manifestazione ha percorso la quinta, ed è arrivata a Union Square, dove da Settembre dello scorso anno si può ammirare la bellissima statua di Barcelò. L’artista contemporaneo, forse nello strenuo tentativo di giustificazione a posteriori tipico dell’arte contemporanea, si trova a parlarne così:

“I always say it’s a self portrait, because it’s like an artist in difficult times – we’re always balancing on our trunks,”

Poiché l’opera è bella, e poichè ci serve ai fini del post, non ci facciamo troppe domande.

Tolto l’elefante, torniamo a OWS. Si fa fatica a capirci qualcosa. Avevo lasciato la reflex a casa. La qulaità delle foto e dei filmati è quella di una macchinetta fotografica compatta economica. Se mi conoscete un minimo sapete quanto tutt’ora mi rodo il fegato. Via andare adesso.

Via con il nostro meraviglioso calembour:

Questo signore è un vero, originale comunista americano: lotta – testuali sue parole – per un’America Marxista. Quando gli ho chiesto se il modello comunista non ha dimostrato in diverse occasioni il suo fallimento, lui mi ha detto che l’America deve fare il suo tentativo.

Un altro militante, il cui principale interesse è far passare la festa del lavoro (era il 1° maggio, ho dimenticato di dirlo).

Donne contro il traffico delle donne.

Persone che lottano per l’assistenza sociale agli immigrati.

Un uomo fermamente convinto che Lady Gaga sia Satana (come dargli torto).

Una copywriter militante.

Un colorito uomo innamorato di me.

Non ho concluso il post, ci sarà un secondo giro. Stay tuned.

Annunci