C’era in metropolitana una tipa con una faccia da stronza pazzesca. Io che ho una mente analitica mi sono messo a cercare di capire cos’é, di cos’é fatta, una faccia da stronzi.

Ho scritto su un foglio sette aggettivi che a quella faccia da stronza potevano calzare.

Poi li ho riletti, e mi sono accorto che sono i sette aggettivi con cui vengo descritto dalle persone che mi ritengono un povero stronzo.

Annunci